22 8 / 2013

Andy Warhol (Pittsburgh, 1928 – New York, 1987)
Campbell’s Soup Cans
1962, New York, Museum Of Modern Art
Vernice di polimeri sintetici su tela, 32 tele, ciascuna 51 x 41 cm
-
E sempre Uòrol, quella daa Popp Art, t’ha fatto sto quadro qua co ‘a zuppa ‘n scatola. Che è ‘n bene de consumo, che se consuma, se magna.
‘N pratica nell’anni Cinuqanta e Sessanta era ‘n periodo che cambiarono ‘n sacco de cose, ‘a ggente pure quella normale sembra che addiventano più ricchi, che tutti se ponno comprà ‘a machina, ‘a televisione, er giradischi. E’ quella che se chiama appunto ‘a civirtà dii consumi, che pare caa cosa più ‘mportante è avvecce ‘a robba, ma no ‘a robba generica, ma quella che fa fico, tipo er macchinone o er ginz de quaa marca là o ‘a crema antirughe caa pubbricità t’assicura che si taa metti ‘e rughe ‘n te vengheno, che poi vorei capì coma fai a sapè si funziona, neè che poi rivive n’artra vorta e nun usalla e vedè come ‘nvecchi ‘a prima e come ‘nvecchi ‘a seconna e fà er confronto. Ma vabbè.
E ‘a pubbricità è popo fatta pe fatte comprà, te martella ‘n capoccia, too ripete mille vorte, come qua che ‘a figura è ripetuta, eddaje, eddaje. E comprate questo e comprate quest’artro, e te te pensi che si te compri tutte ‘e cose sarai felice. E ‘a zuppa taa compri no perchè te serve o te piace popo quaa zuppa là, che sicuro è mejo quella de tu madre, epperò questa è fica perché hai vista noo spott in tivvù. E’ er trionfo d’iimmaggine, apppunto.
E però er quadro nun è come ‘a pubbricità o ‘a scatola,  è ‘n pezzo unico, mica ‘o trovi sui scaffali ar supermercato. E quinni l’artista te vò fà pensà aa differenza tra n’immaggine che è ‘n prodotto pe fà li sordi e ‘n imaggine che è arte che è bella solo da vedè, no da consumà, che mica ‘a guardi ‘a butti e te ne compri n’artra. E però, come te dicevo l’artra vorta, neè che Uòrol faceva sti quadri e poi ‘i regalava a gratisse, cor cazzo. Quinni, boh, vedi ‘n po’ te, che pensà.
[apparso in origine su http://storiedellarte.tumblr.com]

Andy Warhol (Pittsburgh, 1928 – New York, 1987)

Campbell’s Soup Cans

1962, New York, Museum Of Modern Art

Vernice di polimeri sintetici su tela, 32 tele, ciascuna 51 x 41 cm

-

E sempre Uòrol, quella daa Popp Art, t’ha fatto sto quadro qua co ‘a zuppa ‘n scatola. Che è ‘n bene de consumo, che se consuma, se magna.

‘N pratica nell’anni Cinuqanta e Sessanta era ‘n periodo che cambiarono ‘n sacco de cose, ‘a ggente pure quella normale sembra che addiventano più ricchi, che tutti se ponno comprà ‘a machina, ‘a televisione, er giradischi. E’ quella che se chiama appunto ‘a civirtà dii consumi, che pare caa cosa più ‘mportante è avvecce ‘a robba, ma no ‘a robba generica, ma quella che fa fico, tipo er macchinone o er ginz de quaa marca là o ‘a crema antirughe caa pubbricità t’assicura che si taa metti ‘e rughe ‘n te vengheno, che poi vorei capì coma fai a sapè si funziona, neè che poi rivive n’artra vorta e nun usalla e vedè come ‘nvecchi ‘a prima e come ‘nvecchi ‘a seconna e fà er confronto. Ma vabbè.

E ‘a pubbricità è popo fatta pe fatte comprà, te martella ‘n capoccia, too ripete mille vorte, come qua che ‘a figura è ripetuta, eddaje, eddaje. E comprate questo e comprate quest’artro, e te te pensi che si te compri tutte ‘e cose sarai felice. E ‘a zuppa taa compri no perchè te serve o te piace popo quaa zuppa là, che sicuro è mejo quella de tu madre, epperò questa è fica perché hai vista noo spott in tivvù. E’ er trionfo d’iimmaggine, apppunto.

E però er quadro nun è come ‘a pubbricità o ‘a scatola,  è ‘n pezzo unico, mica ‘o trovi sui scaffali ar supermercato. E quinni l’artista te vò fà pensà aa differenza tra n’immaggine che è ‘n prodotto pe fà li sordi e ‘n imaggine che è arte che è bella solo da vedè, no da consumà, che mica ‘a guardi ‘a butti e te ne compri n’artra. E però, come te dicevo l’artra vorta, neè che Uòrol faceva sti quadri e poi ‘i regalava a gratisse, cor cazzo. Quinni, boh, vedi ‘n po’ te, che pensà.

[apparso in origine su http://storiedellarte.tumblr.com]

  1. potreiessereunatannenbaum ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  2. arachnidcheesecake ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  3. marcusgmt ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  4. alroppi ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  5. marinellalizza ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  6. futurerovine ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  7. patfumetto ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  8. eragon1001 ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  9. tezz1n ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  10. ele88nina ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  11. i-love-yaoi ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  12. uffapuffa ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  13. heresiae ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  14. combinazionidipiume ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  15. talmidaadelstein ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  16. postato da lartespiegataaitruzzi