17 10 / 2013

Caravaggio (Michelangelo Merisi, Milano, 1571 – Porto Ercole, 1610)

Conversione di San Paolo

1600-01, Collezione Odescalchi, Roma

olio su tavola, cm 237 x 189

-

Conversione di San Paolo

1601, Cappella Cerasi, Santa Maria del Popolo, Roma

olio su tela, cm 230 x 175

-

De conversioni de San Paolo Caravaggio n’ha dipinte addirittura due, che ‘a prima nun se sa de preciso perché ar cliente nun j’annò bene. Che spesso er Caravaggio dipigneva a na maniera così rivoluzionaria che er committente ce restava de merda e je ‘o faceva rifà. Ma qui si annamo a vede ‘a seconna versione, che è quella che sta a Santa Maria der Popolo, se accorgemo che è na cifra più avanti daa prima

Er quadro più vecchio anfatti te fa vede un ber teatrino, che Paolo è cascato da cavallo su ‘a via pe Damasco, che è n’episodio che ce recconta lui stesso nii scritti sua: che je pijò tipo na botta, vide come na luce e sentì na voce che je disse “A Pà, e smettila de ‘ntignatte contro de me, viè daa parte mia, che è ora”. Che era Gesù.

Che anfatti Paolo fino a quer momento aveva perseguitato li Cristiani, e invece da quer momento in poi nun solo diventò cristiano ma pure bello convinto e poi pure santo e pure apostolo e pure patrono de Roma.

E ner quadro ce sta tutta ‘a recita come sur parco de un teatro. Paolo se copre ‘a faccia, er cavallo è ‘mbizzarito e ‘o staffiere ‘o tira, Gesù quasi se tuffa dar cielo che l’angelo ‘o deve regge che sinnò casca de sotto. Pare quasi de sentì ‘a musica de sottofonno ta-daaa! E tutti l’attori stanno in scena e te viè quasi da applaudì.

Si invece guardi ‘a seconna versione ce sta morta meno robba. E’ tutto nero. Nun ce so più er cielo e l’arberi; nun c’è più l’angelo, e manco Gesù; sembra quasi che n’è successo gnente, er cavallo nun s’è accorto de na mazza, e manco ‘o staffiere. Solo Paolo sta pe tera, coll’occhi chiusi e ‘e mani arzate; e ‘a luce pare quasi che je risplenne da drento. Che è un po’ come quanno dici “aho bada ciò avuto l’illuminazione!”, come che magari stavi a rimugginà su un problema e quasi nun te n’eri accorto e poi tutt’a ‘n botto tac! te se accenne ‘a lampadina e fai “eccallà! Mo ho capito tutto.” Che forse è quello che j’è successo a Paolo: che lui poi pe spiegaccelo a noi dice “ho visto na luce! Gesù m’ha parlato!”.

Caravaggio too fa vede così. Nun è un miracolo pe stupì, coll’angeli che voleno o er mare che se apre a metà o ‘e madonne che piangheno e ‘a gente che fanno “oooooh!”. A Paolo je succede tutto drento, nell’animo suo, ma co’ na forza così granne da cambiaje ‘a vita pe sempre. E dimme te si nun è un miracolo puro questo: solo che nun te viè da applaudì come a ‘n prestiggiatore, ma da statte zitto e riflette, e - come si te se fosse acceso un faro - da guardà ‘e cose sotto a na luce diversa: che a vorte credime, è ‘a cosa più diffcile der monno.

  1. bazarbrazil ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  2. barbarianconspiracy ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  3. fearlessinger ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  4. enzolamassa ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  5. sereppu ha rebloggato questo post da electricalice
  6. danyww ha rebloggato questo post da electricalice e ha aggiunto:
    È semplicemente fantastico… Cioè raga’, me sto a taja’ . 😂😂😂
  7. electricalice ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  8. martinegro ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  9. mavaffanzum ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  10. icouldshowusomething ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  11. felicemastronza ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  12. combinazionidipiume ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  13. martatp ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  14. lovechise ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  15. cacioman ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi
  16. darkpassenger ha rebloggato questo post da lartespiegataaitruzzi